Detrazioni fiscali 2019 per la casa

Facciamo il punto della situazione sugli sconti fiscali previsti nel 2019 per chi effettua lavori di ristrutturazione, intende migliorare le prestazioni energetiche o vuole acquistare casa.

Di seguito proponiamo alcune prime informazioni di base che riguardano una selezione delle agevolazioni più interessanti. Non si tratta di un elenco completo: per una consulenza approfondita e su misura, basta contattarci!

BONUS PRIMA CASA 2019

Chi è in procinto di comprare la sua prima abitazione può beneficiare anche quest’anno dell’IVA agevolata nel caso in cui venga acquistata da un’impresa costruttrice. L’IVA da applicare sul prezzo di vendita della casa scende dal 10% al 4%. Inoltre, chi acquista usufruisce delle seguenti imposte agevolate:

  • imposta di registro fissa di 200 €;
  • imposta ipotecaria fissa di 200 €;
  • imposta catastale fissa di 200 €.

In caso di acquisto da privato, invece, l’acquirente potrà avvantaggiarsi della riduzione dell’imposta di registro, pari al 2% anziché al 9%.

Il bonus è rivolto a tutti coloro che intendono acquistare l’abitazione principale ed è riconosciuto anche quando, nel momento dell’atto di acquisto, si è già in possesso di un’altra casa per la quale si è fruito della stessa agevolazione. In questa situazione, la vecchia abitazione dovrà essere venduta entro un anno dal nuovo acquisto.

BONUS RISTRUTTURAZIONI 2019

Confermata anche la detrazione IRPEF al 50% per un massimo di spesa pari a 96.000 € per chi effettua lavori di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia entro il 31 dicembre 2019.

Il bonus è previsto per gli interventi di manutenzione straordinaria negli edifici privati ed esclusivamente per i condomini anche per i lavori di manutenzione ordinaria.

I pagamenti devono essere effettuati tramite bonifici bancari o postali recanti nella causale gli estremi normativi in base ai quali verrà usufruita l’agevolazione.

Nel caso in cui dai lavori ne consegua un risparmio energetico, è necessario l’invio della documentazione relativa all’intervento all’Enea.

La detrazione è da suddividere in 10 quote annuali di pari importo.

ECOBONUS 2019

In questo caso, la detrazione IRPEF o IRES riguarda le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica di immobili già esistenti.

La misura, confermata per il 2019, vuole incentivare i lavori volti a ridurre gli sprechi di energia e consente di accedere a uno sconto dal 50 al 65% della spesa sostenuta, in base alla tipologia di intervento.

Chi ha sostenuto la spesa dovrà conservare la seguente documentazione, utile ad attestare se e in quale misura avrà diritto all’Ecobonus:

  • asseverazione di un tecnico abilitato o dichiarazione resa dal direttore dei lavori;
  • attestazione di partecipazione a un apposito corso di formazione in caso di autocostruzione dei pannelli solari;
  • certificazione energetica dell’immobile fornito dalla Regione o dall’Ente locale o attestato di qualificazione energetica predisposto da un professionista abilitato.
  • Entro 90 giorni dalla fine dei lavori di riqualificazione energetica occorrerà trasmettere all’Enea, in modalità telematica, la scheda informativa degli interventi realizzati e la copia dell’attestato di qualificazione energetica.

    BONUS VERDE

    È una detrazione IRPEF del 36% sulle spese documentate sostenute nel 2019 per:

    • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, pertinenze o recinzioni, realizzazione di pozzi e impianti di irrigazione;
    • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.
    • La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 € per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione di interventi.

      CONTO TERMICO 2.0

      È un incentivo per interventi che mirano all’incremento dell’efficienza energetica e alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili realizzati su immobili esistenti.

      Non si tratta di un incentivo di natura fiscale e si riceve tramite bonifico bancario, erogato direttamente dal GSE – Gestore dei Servizi Energetici sul proprio conto corrente. Viene calcolato in base alla tipologia di intervento considerando diverse caratteristiche del progetto fino a un massimo del 65% della spesa sostenuta.

      Vuoi saperne di più sugli incentivi fiscali per chi acquista o ristruttura casa? Siamo a tua disposizione!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.